Associazione Nazionale Medici di Medicina Fiscale

Medici fiscali. Anmefi: “Convenzione ancora in stallo”

Una interrogazione a risposta immediata rivolta dagli On.li Polverini e Zangrillo in Commissione Lavoro al Ministero del Lavoro riapre la questione della convenzione da stipularsi con i medici fiscali, bloccata da mesi. Grande sorpresa e delusione ha suscitato nell’organizzazione sindacale Anmefi la risposta fornita dal  Sottosegretario al Lavoro Claudio Durigon, perché inesatta e fuorviante, redatta, probabilmente sulla scorta delle informazioni avute dall’INPS, nel tentativo di giustificare il comportamento omissivo  di un Ente pubblico come Inps, che ancora una volta palesa la sua insofferenza al rispetto delle norme eludendo un Decreto emesso dal Giudice del Lavoro del Tribunale di Roma.

Dopo aver  deliberatamente e scientemente escluso dai tavoli della trattativa la più rappresentativa delle organizzazioni di categoria, INPS ha preferito discutere la convenzione con le sigle sindacali di medicina generale che poco o nulla hanno a che fare con la medicina fiscale e solo grazie all’intervento del Giudice è stato impedito all’Istituto di giungere alla sottoscrizione dell’accordo collettivo con le predette organizzazioni, sottoscrizione che sembrava prossima e che avrebbe consentito l’approvazione di condizioni inaccettabili per i medici fiscali.

Anmefi  sottolinea ancora una volta il contrasto di interessi, visto che i medici fiscali svolgono anche attività di “verifica” dell’operato dei medici di medicina generale, e ritiene illogico quanto inopportuno che INPS chiami a sottoscrivere la convenzione, destinata a disciplinare il rapporto di lavoro dei medici fiscali,  i  sindacati dei medici di medicina generale, anziché  gli effettivi “addetti ai lavori”.

Il Tribunale di Roma, tra le motivazioni del decreto, emesso sulla base del ricorso di Anmefi, ha illustrato nel dettaglio ogni azione fin qui condotta da INPS e le ragioni dell’antisindacalità del comportamento da questi tenuto, fornendo altresì i giusti correttivi e le indicazioni cui l’Istituto deve attenersi, così accogliendo integralmente il ricorso.

Continua a leggere qui:

http://www.quotidianosanita.it/lettere-al-direttore/articolo.php?articolo_id=66599

Qui l’interrogazione:

1 Polverini interr.3 ottobre

Qui la risposta del Ministero:

2 risposta polverini GOVERNO-MEDICI-FISCALI-4.10.18

Qui il decreto del Giudice del Lavoro:

3 decreto giudice del lavoro anmefi

Qui la diffida ad INPS:

4 diffida inps per gdl

Condividi questo post

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Chiudi il menu