Associazione Nazionale Medici di Medicina Fiscale

La posta di Anmefi. Malattia per la quale è riconosciuta invalidità

Ho una malattia per la quale è riconosciuta invalidità (Morbo di Crohn)

 

Qualora io sia a casa per motivi legati alla patologia per la quale mi è riconosciuta l’invalidità e la dottoressa indichi sul certificato di malattia la motivazione per la quale sono assente spuntando la lettera E, sarò comunque soggetta a visita fiscale di controllo?

 

Tutte le informazioni necessarie in tema di esonero dalla visita fiscale per inabilità temporanea e assoluta al lavoro, sottesa o connessa a patologia invalidante, le può trovare nella circolare inps n.95 del 7 giugno 2016, in particolare aprendo l’allegato 2, ove sono dettagliatamente descritte le patologie nella nuova tabella ordinata in fasce o in misura fissa che beneficiano di tale norma.

La sua minorazione è contemplata nella fascia 61-70 (%) nella IV classe di gravità per il morbo di Crohn, fruibile per l’esonero nel solo caso di una percentuale maggiore o uguale a 67%. Vi è, seppur occasionalmente, anche la possibilità che l’inps invii un controllo per una verifica dei requisiti, in presenza dei quali, il mancato rispetto delle fasce di reperibilità non sarà penalizzato.

Condividi questo post

Questo articolo ha 4 commenti.

  1. Ho un invalidità al 67% per morbo di chron. Sono esente dalla visita fiscale per STATO PATOLOGICO SOTTESO ALL INVALIDITA’ RICONOSCIUTA. GRADIREI SE POSSIBILE UNA RISPOSTA SI O NO, E COSA DEVO PRODURRE AL MIO DATORE DI LAVORO?!? GRAZIE

    1. Sì.
      Al suo datore di lavoro farà avere la documentazione medica comprovante la patologia invalidante corredata dalle percentuali, singola, coesistente o concorrente, accompagnata dal certificato medico nel quale deve essere indicata la causa di esenzione per patologia sottesa o connessa ad invalidità che rientra nel regime di esclusione dall’obbligo di reperibilità dalla visita fiscale. Il certificato medico dovrà riportare il codice identificativo per l’esenzione, il verbale di invalidità è previsto, a tale scopo, in un formato che cela le diagnosi. Vale anche per la legge 104 nel caso le sia stato riconosciuto il comma 3.

  2. E’infatti sufficiente il codice identificativo del certificato medico, la privacy è una opzione non obbligatoria tranne per chi la riceve, ma i verbali di invalidità qualora lo si voglia sono previsti anche con un formato che cela le diagnosi. Vale anche se voglia usufruire dei benefici della legge 104 con handicap grave. E’ prassi.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Chiudi il menu