Associazione Nazionale Medici di Medicina Fiscale

Inps. Fnomceo scrive al Governo: “Stabilizzare 1300 medici fiscali in sofferenza economica”

La Federazione denuncia come questi professionisti “sono costretti a vivere con 300, massimo 600 euro al mese in una condizione di  totale precarietà lavorativa”. E chiede all’Esecutivo “la stabilizzazione tramite un contratto convenzionato, a tempo pieno ed indeterminato, a quota oraria”. LA LETTERA

 

04 MAG – “Costretti a vivere con 300, massimo 600 euro al mese: è questa la condizione di  totale precarietà lavorativa ed economica in cui sono costretti 1300 medici fiscali, che devono assicurare all’Inps la loro disponibilità quotidiana a fronte di 10- 20 visite mensili. E ciò dal 1° maggio 2013, quando, per l’effetto della Spending Review , l’Inps decise di sospendere – e poi di ripristinare, ma tagliandole del 90% – le visite fiscali d’ufficio per i lavoratori del settore privato, lasciando operative solo quelle richieste dai datori di lavoro”. È quanto denuncia la Fnomceo in una lettera indirizzata al ministro per la Pubblica Amministrazione, Marianna Madia, al ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, al ministro della Salute, Beatrice Lorenzin e al presidente Inps, Tito Boeri…

Leggi l’articolo:

http://www.quotidianosanita.it/lavoro-e-professioni/articolo.php?articolo_id=39330

Condividi questo post

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Chiudi il menu