Associazione Nazionale Medici di Medicina Fiscale

Il Sinmevico a tutela dei medici fiscali

In data 01/12/2015 si è tenuta una riunione, convocata dalla FNOMCEO, di tutte le sigle sindacali rappresentative dei Medici Visite di controllo domiciliare INPS.

In tale riunione la FNOMCEO ha chiesto ai vari rappresentanti sindacali una piattaforma comune da presentare al Presidente dell’ INPS, Prof. Tito Boeri, in vista dell ‘incontro del 10 dicembre prossimo.

Tutte le sigle sono state concordi nel richiedere all’INPS, in occasione della rivisitazione della materia riguardante la Medicina di Controllo, di 4 punti imprescindibili, di seguito riportati:

1  Stabilizzazione di tutti i Medici di Controllo delle liste sino al dicembre 2007

2  Realizzazione di un contratto dignitoso

3  Vincolo delle risorse a disposizione della medicina di controllo

4  Abolizione di qualsiasi graduatoria per i Medici di Controllo delle liste sino al dicembre 2007

Nell’ ambito delle possibilità di una nuova regolamentazione del rapporto tra INPS e Medici di Controllo  si è proposta l’ipotesi di un contratto con convezione oraria a tempo pieno o, nel caso questo non fosse raggiungibile, il mantenimento del compenso a prestazione, ma con compensazione della disponibilità comunque garantita.

Tali ipotesi , ovviamente da discutere e da esaminare nelle sedi opportune, hanno trovato l’accordo di tutte le sigle sindacali presenti.

Si è discusso anche del recente avviso di selezione pubblica per il reperimento di 900 medici per le UOC/UOS, con scadenza 30 novembre 2015.

Il SINMEVICO ha riscontrato come opportunamente siano state definite le incompatibilità per l’assegnazione dell’incarico e come anche per i Medici di Controllo sia stata richiesta la sospensiva al momento della sottoscrizione di questo eventuale contratto.

Questo tenendo conto della grave situazione in cui molti colleghi versano nelle varie sedi a causa di un carico di lavoro che si è ridotto in maniera significativa dal maggio 2013, anche con il sistema SAVIO.

Non si può infatti pensare ad un medico con pluralità di incarichi, soprattutto nell’ambito dello stesso Ente.

Il cosiddetto medico “polivalente” auspicato dall’INPS resta comunque materia tutta da discutere.

E’ chiaro che il Sinmevico intende tutelare tutti i medici iscritti, ma non si può certo pensare ad un accentramento di cariche che mortificherebbero alcuni rispetto ad altri, sia in ambito economico che professionale.

http://www.sinmevico.it/infoeart_151201_141_riunionepressofnomceo.htm

Condividi questo post

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Chiudi il menu